18
Nov

Più di mille presenze

Oltre mille visitatori, più di 40 sessioni tra speech, convegni, workshop e demo, 96 relatori, 17 aziende nello spazio espositivo. Si è chiusa sabato sera con un bilancio più che positivo la prima edizione di C1A0 EXPO, che ha
portato a Genova relatori, autori, filosofi, scienziati e manager internazionali per riflettere sul ruolo che l’AI ha e avrà sempre di più nelle nostre vite.
“I numeri di questa prima edizione – ha commentato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – confermano il grande interesse che le tecnologie più all’avanguardia suscitano non solo tra gli addetti ai lavori, ma anche nel grande pubblico. Eventi come questo sono importanti per diffondere la cultura dell’innovazione tecnologica e far comprendere quali e quante siano le opportunità di lavoro e crescita in questo settore. La Regione Liguria già da tempo punta sull’hi-tech per lo sviluppo della nostra terra: da oggi Genova si prepara a diventare la capitale dell’intelligenza artificiale”.
“Genova centro d’eccellenza dell’intelligenza artificiale in Italia è un traguardo possibile – ha aggiunto l’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti – La nostra è sempre stata una città all’avanguardia, e allora perché non provare a creare un elemento di catalizzazione per attirare talenti, aziende e centri di competenza? Con questo spirito abbiamo dato avvio a C1A0 expo, la prima fiera dedicata alle innumerevoli opportunità che offrono e offriranno nel prossimo futuro il digitale e l’intelligenza artificiale”.

Ad aprire C1A0 è stato l’Hackathon organizzato con il contributo di Iren, main sponsor, nella sede storica della Camera di Commercio di Genova e con i premi di Avanade e Digital Tree. I dieci team di data scientist si sono sfidati sui temi dell’energia in una gara di 24 ore vinta da Francesco Cricchio. Al secondo posto il team di Giorgio Rossi e al terzo posto quello di Andrea Ranieri.

La competizione tra le start up è stata invece vinta da Biki Technologies, spin off dal 2014 dell’Istituto Italiano di Tecnologia. Al secondo posto ZenArmonics, start up musicale fondata da Alberto Acquilino.

Affollatissimi gli interventi: da quello dell’esperto di bioetica Padre Paolo Benanti a quello del professore di informatica Lorenzo Rosasco, da quello dell’innovatore Ivan Ortenzi a quello del direttore dell’IIT Giorgio Metta fino a quelli dei Tech Giant, i grandi player dell’intelligenza artificiale: Google, Amazon, Microsof e IBM per citarne solamente alcuni.

Tra le curiosità: R1 in “carne e ossa”, il robot dell’IIT che ha incantato adulti e bambini, gli hololens di ultima generazione per visualizzare la realtà aumentata, l’esilarante spettacolo di improvvisazione di Rubik Teatro e i workshop di Microsoft per i ragazzi.  

Leave a Reply